Le soluzioni di controtelai per porte scorrevoli Filmar si adattano a qualsiasi esigenza, ecco qualche informazione utile per scegliere al meglio il modello più adatto:

1. Una porta scorrevole permette di ottimizzare gli spazi
Si stima che all’interno di uno spazio di circa 100 metri quadri è possibile ottenere fino a 8 metri quadri di spazio extra grazie all’utilizzo di porte a scomparsa.

2. Il controtelaio per porte scorrevoli è una invenzione tutta italiana
Come già detto in un precedente articolo, si il concetto di controtelaio, a differenza di quello più generico di porta scorrevole, è nato in Italia tra gli anni ‘50 e ‘60.

3. Per ciascun modello di controtelaio esistono due varianti
Per tutti i modelli della line up Filmar esistono due distinte varianti in base alla parete sulla quale andrà montato il controtelaio, quindi sia per pareti ad intonaco che cartongesso.

4. Un controtelaio per cartongesso è più economico della sua controparte per intonaco
La variante studiata per le pareti in cartongesso è in genere più economica in quanto necessita di una struttura ed una lavorazione più semplice rispetto al corrispettivo per intonaco.

5. Se ho un problema con una porta a scomparsa devo abbattere la parete?
Assolutamente no, i controtelai Filmar sono progettati per essere il più versatili possibile, per questo c’è la possibilità di intervenire sulla sede di scorrimento senza dover necessariamente abbattere il muro.

Clicca qui per scoprire la nostra produzione di controtelai per interni