L’acciaio inossidabile è la base dei controtelai Filmar, un materiale estremamente versatile che permette di coniugare un’alta capacità strutturale ed un’ottima resistenza alle corrosioni.
Gli acciai inossidabili sono caratterizzati da una maggior resistenza all’ossidazione ed alla corrosione, a differenza dei normali acciai al carbonio, che permette di conservare la completa integrità anche in presenza di alti tassi di umidità che altrimenti andrebbero ad inficiare la struttura in poco tempo formando ossido di ferro e provocando il disgregamento dei legami che caratterizzano l’elevata resistenza di questo materiale.
Tale capacità è dovuta principalmente alla presenza del cromo, nella lega, in grado di passivarsi e cioè di ricoprirsi di uno strato sottile e aderente di ossidi, praticamente invisibile dello spessore pari a pochi strati atomici, che protegge superficialmente il metallo o la lega sottostante, dall’azione dell’ossigeno e degli agenti chimici esterni.

Come si ottiene la passivazione?
La passivazione è un processo elettrochimico che attraverso l’applicazione di una tensione permette ad un sottile strato di ossido di cromo di aderire alla superficie del metallo e bloccare il contatto con gli agenti esterni (acqua e aria).
Può capitare però che il film passivante che si è formato durante la passivazione non sia abbastanza compatto, per cui la velocità di corrosione diminuisce ma non arriva ad annullarsi, cioè in tal caso il processo di passivazione non porta alla condizione di passività totale.
In particolare, per dare luogo a condizioni di passività, il film passivante deve possedere le seguenti caratteristiche:
Compattezza (cioè bassa porosità): in modo da bloccare la diffusione dell’ossigeno nel bulk del materiale metallico;
Stabilità nelle condizioni ambientali prese in esame;
Spessore molto sottile, i film più spessi sono infatti meno compatti;
Uniformità: deve ricoprire in maniera uniforme tutta la superficie del materiale metallico; se invece tale strato non ricopre in maniera adeguata la superficie del materiale, l’ossigeno ha la possibilità di reagire con il metallo e il fenomeno della corrosione non viene bloccato.

Per questo Filmar usa solo acciaio inox certificato e testato per i suoi controtelai, così da garantire nel tempo sempre il massimo livello di qualità.