Il cambiamento e l’evoluzione demografica crea quotidianamente nuove sfide per i progettisti di edifici e di complementi, costringendoci a impegnarci sul tema di accessibilità.
Architetti, progettisti e artigiani sono i primi punti di contatto quando si tratta di progettare e realizzare edifici senza barriere o ridurre le barriere negli edifici esistenti.

L’edificio senza barriere richiede conoscenza tecnica, ma anche un senso di proporzioni. Inesperienza e regolamentazione possono poi complicare l’implementazione per cui diventa difficile raggiungere gli obiettivi richiesti quando si tratta di metterli in pratica. E dal punto di vista normativo la situazione non può che diventare più complicata.
Per questo noi di Filmar ci teniamo a sottolineare l’importanza che i controtelai e le porte scorrevoli hanno per quanto riguarda la facilità d’accesso per le persone disabili.

L’importanza dell’impiego di porte scorrevoli per facilitare l’accesso è ormai sempre più presa in considerazione, al punto da essere inserite nella normativa sull’accessibilità, che con il Decreto Ministeriale 236 raccomanda esplicitamente l’uso delle porte scorrevoli piuttosto che di normali porte a battente che nella maggior parte dei casi costringono il disabile ad uno scomodo movimento per accompagnarle in apertura e chiusura.
Filmar si impegna a garantire che nella progettazione di ogni controtelaio sia dedicato il giusto tempo allo sviluppo di soluzioni che rendano il più facile possibile l’utilizzo delle porte scorrevoli, in modo da incontrare le esigenze di ogni singolo cliente.